Scrittori in Città: Dario Fo a Cuneo

 

Scrittorincittà 2015 ospiterà il premio Nobel per la letteratura Dario Fo.

Il Maestro interverrà al teatro Toselli giovedì 12 novembre (ore 17, € 3, prevendita scrittorincittà) per raccontare, anzitutto, la mostra Dario Fo: un pittore recitante che nelle sale di palazzo Samone (dal 7 novembre all’8 dicembre), raccoglierà oltre 50 opere pittoriche e litografie, ma l’incontro sarà anche l’occasione per sentire narrare di una vita intera – forse due, dato che immaginiamo nel racconto non mancherà la magnifica Franca Rame – dedicate all’arte, alla scrittura, al teatro.

La mostra rientra tra le iniziative che la famiglia Fo ha intrapreso con la destinazione dell’assegno per il premio Nobel, tutte finalizzate al sostegno dei disabili; i proventi della vendita dei quadri, dei disegni e delle litografie andranno infatti a sostenere l’attività della Onlus “Nobel per i disabili”.

Il festival così conferma la sua capacità di proporre punti di vista e sguardi sempre nuovi, offrendo al pubblico occasioni per scoprire lati spesso sconosciuti dei più insigni esponenti della cultura italiana.

 


Dario Fo: Un pittore recitante - Le opere del Maestro in mostra a Cuneo dal 7 novembre all'8 dicembre 2015

Inaugurata a Cuneo sabato 7 novembre alle ore 17 presso le sale espositive di Palazzo Samone la mostra Dario Fo “Un pittore recitante” che raccoglie oltre 50 opere del celebre attore e autore teatrale, che sarà poi a Cuneo, per incontrare il pubblico di scrittorincittà giovedì 12 novembre (ore 17, Teatro Toselli).

Se Dario Fo è universalmente conosciuto come uomo di teatro e per il Premio Nobel per la letteratura ricevuto nel 1997, non altrettanto nota è la sua appartenenza al mondo della pittura.

Eppure Dario Fo nasce artisticamente come pittore e ha sempre fatto il pittore: ha realizzato scenografie, bozzetti di costumi, ma anche opere pittoriche dotate di una loro autonomia espressiva.

E’ stata la grande mostra antologica allestita a Milano, a Palazzo Reale, nel 2012 a far scoprire al grande pubblico Dario Fo pittore a tutto tondo, cui ha fatto seguito nel 2013 la mostra a Francoforte e poi ancora importanti rassegne a Voghera, Genova e Pavia.

Nelle sue opere Dario Fo mostra la sua visione di realtà: attraverso le immagini e attraverso la matita e i colori egli riesce a fissare le idee, e a catturare l’ispirazione, trasportando sul foglio o sulla tela il suo pensiero e il suo genio.

“Ogni mia commedia ha dietro un canovaccio di immagini, di figure … In fondo il mio percorso è sempre stato in queste due direzioni: evocare la satira attraverso la pittura e mettere in luce la vena satirica sempre insita nei capolavori dei grandi maestri” ha detto il grande attore.

E ancora “Non c’è più differenza per me fra il ‘pitturare’, disegnare e raccontare o interpretare un ruolo nella scena. E quando, nell’allestire uno spettacolo, mi ritrovo in crisi e non mi riesce di rimediare un ritmo o uno svolgimento consono a quello che vorrei raccontare, l’unica soluzione per me è procurarmi un grande foglio di carta, dei colori, penne e pennelli. Il tutto per segnare ritmi e figure che con sintesi ed altri argomenti raccontino in un’altra forma la storia in questione”.

La mostra, che consente di fare conoscere le opere pittoriche di un genio dell'invenzione e del teatro, si colloca all'interno delle iniziative che la famiglia Fo ha intrapreso già con la destinazione dei proventi del premio Nobel e tutte finalizzate al sostegno dei disabili.

La vendita dei quadri, dei disegni e delle litografie di Dario Fo va infatti a sostenere l’attività della Onlus “Nobel per i disabili”.

Foto Archivio C.T.F.R. :

 

 

 

Maggiori informazioni: www.comune.cuneo.gov.it 


Dario Fo a Copenaghen per presentare "C'è un re pazzo in Danimarca"

Dario Fo sarà a Copenaghen l'8 e il 9 Novembre 2015 per presentare il libro "C'è un Re pazzo in Danimarca" uscito anche in Italia ad Aprile edito dalla Casa Editrice Chiarelettere.

Dario Fo kommer til København den 8. november, hvor han kl. 12.30 på BogForums Forfatterscene i Bella Center præsenterer sin roman Der er en skør konge i Danmark.

Det sker sammen med bogens oversætter Bent Holm. Efterfølgende vil Dario Fo signere bøger.

Fo går atter på scenen på Betty Nansen Teatret mandag 9.11. kl. 19.30.

Entré kr. 100,-.

Ungdom (under 25): kr. 75,-.

Bestilling: Teaterbilletter.dk.

Billettelefon 70 272 272 (ma-fre 12-18, lør 12-14)

Maggiori Informazioni qui http://multivers.dk/da/

 

 

Dario Fo a Copenaghen in occasione della presentazione del libro "C'è un Re pazzo in Danimarca" uscito anche in Italia...

Posted by Dario Fo on Lunedì 9 novembre 2015

 

 

Dario Fo sarà a Copenaghen l'8 e il 9 Novembre 2015 per presentare il libro "C'è un Re pazzo in Danimarca" uscito anche...

Posted by Dario Fo on Giovedì 29 ottobre 2015

 


Dario Fo su Erri De Luca: «Giusto opporsi alla Tav, solidale con la parola contraria»

«Vedo un accerchiamento della libertà d'espressione, le persone che hanno coraggio vengono emarginate».

Dario Fo aveva lanciato questo allarme venti giorni fa commentando la vicenda giudiziaria che vedeva coinvolto Erri De Luca. La sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste, pronunciata dal Tribunale di Torino, rasserena l'ottantanovenne Premio Nobel. Per il momento.

Come commenta questa decisione?

«È una bella notizia. Mi auguro che non sia rovinata da eventuali ricorsi. Vedremo. In tutta questa vicenda mi ha deluso terribilmente un magistrato altrimenti di grande valore come Giancarlo Caselli, oggi in pensione. Bastava che si documentasse sui danni arrecati dalla Tav all'ambiente e probabilmente non avrebbe assunto posizioni così severe verso chi la contesta».

Ed Erri De Luca?

«Questa mattina un amico mi ha telefonato dicendomi: va a sentire in tribunale la difesa fatta direttamente da Erri. Sono riuscito ad arrivare proprio mentre lui iniziava a parlare e mi ha sconvolto la lucidità e l'intelligenza con cui si è difeso. Gli ho fatto arrivare tre righe in cui mi complimentavo dichiarandomi completamente d'accordo e solidale. Poco dopo è arrivata la sentenza».

Insomma, c'è un giudice a Torino.

«Molte volte la magistratura sa essere onesta. Il guaio è quando finisce in mano a gruppi che la pensano a modo loro nell'applicare la legge contro l'evidenza dei fatti. Diffido poi della Cassazione. Cassare significa annullare, cancellare. E spesso abbiamo assistito all'annullamento di sentenze su fatti assolutamente chiari o a provvedimenti sconcertanti. Penso, ad esempio, alla vicenda del lavoratore rumeno Ion Cazacu, che fu bruciato vivo dal suo datore di lavoro. Me l'ha fatto notare un avvocato inglese: voi, mi ha detto, avete una giustizia eccellente salvo quando si arriva al terzo grado».

Sulla Tav resta dell'opinione che sia un'opera inutile e nociva?

«Certamente. Lavori come quelli previsti in Val di Susa sono già avvenuti in Italia. Per ridurre in maniera minima i tempi di percorrenza ferroviaria sono stati devastati dei territori, inquinati dei fiumi, avvelenati dei terreni. In quei luoghi, la natura è stata distrutta. C'è uno studio importantissimo dell'ex direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa, Salvatore Settis, che è molto chiaro in proposito. Anche per la Tav si prospetta uno stravolgimento della Val di Susa. Perciò è necessario opporsi alla sua realizzazione».

 

Fonte: http://cronachemartinesi.it/mondo/italia/1444-2015-10-19-21-30-14

 


Dario Fo al MUDEC presenta Nuovo manuale minimo dell’attore

“ACCADE SPESSO CHE UNA CATTIVA SORTE SI TRADUCA ALL’ISTANTE NEL PIÙ FORMIDABILE COLPO DI FORTUNA. A ME, GRAZIE AL TEATRO, È SUCCESSO PROPRIO COSÌ.” DARIO FO

Dario Fo presenta "Nuovo manuale minimo dell’attore" - Tra censure, sghignazzi e storie incredibili: Dario Fo e Franca Rame, la vita e il teatro – con Dario Fo – Editore Chiarelettere. 

Molto più di un manuale, di una guida, di uno strumento. UNA STORIA DI VITA E DI PASSIONE. Questo nuovo libro, da anni in attesa di essere scritto e già pensato con la moglie Franca, vede ora finalmente la luce. Viene così mantenuta la promessa fatta dai due attori alle tantissime persone che attendevano la seconda puntata di MANUALE MINIMO DELL’ATTORE, pubblicato nel 1987. Qui ci sono la vita e il teatro insieme, c’è l’Italia degli anni del dopoguerra e degli anni Settanta, dilaniata dal terrorismo però spinta da una fortissima TENSIONE IDEALE, motore di tutte le commedie che Franca e Dario portavano in scena nei teatri di periferia di tutt’Italia con enorme successo. Loro che a un certo punto erano stati espulsi dai teatri stabili, dalla radio e dalla televisione.

25 ottobre 2015 alle ore 19.00 presso MUDEC Auditorium via Tortona 56, Milano.

Evento su prenotazione: per iscriverti clicca qui 

 

Altre info: www.bookcitymilano.it


UN UOMO BRUCIATO VIVO - Foto e video presentazione presso Accademia di Romania (Roma)

 

Galleria Foto Evento:

 

Copyright © All Rights Reserved - Accademia di Romania in Roma

Posted by Accademia di Romania on Venerdì 9 ottobre 2015

 

Video della presentazione: